STATUTO E REGOLAMENTO

PARTE PRIMA
(costituzione, denominazione, sede, compiti, scopi)

STATUTO DELLA CAMERA SINDACALE REGIONALE UIL-SGK
DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO 

Art.1

E’ costituita la Camera Sindacale Regionale UIL-SGK Unione Italiana del Lavoro – Südtiroler Gewerkschaftskammer Alto Adige – Südtirol con sede in Bolzano; negli articoli seguenti per brevità è denominata UIL-SGK.
La UIL-SGK è l’organizzazione democratica ed unitaria delle lavoratrici e dei lavoratori, appartenenti a tutti i gruppi etnici presenti nel territorio della Provincia di Bolzano, di ogni convinzione religiosa e politica associati per la difesa dei comuni interessi economici e sociali nel rispetto dei principi di democrazia e di libertà affermati dalla Costituzione Italiana.

Art. 2
La UIL-SGK è costituita in via di associazione dalle Federazioni Sindacali di categoria aderenti alla UIL ed operanti nel territorio provinciale (sindacati provinciali di categoria).
La UIL-SGK ha una struttura decentrata articolata in Camere Sindacali Comprensoriali.

Art. 3
Gli scopi che la UIL-SGK si prefigge sono i seguenti:
a) costruire le condizioni per la piena solidarietà ed unità di intenti tra le lavoratrici ed i lavoratori di tutti i gruppi linguistici e nazionalità, quale presupposto per realizzare e mantenere una stabile e pacifica convivenza nell’Alto Adige Südtirol; per sconfiggere i nazionalismi vecchi e nuovi di ogni parte; per garantire la tutela della minoranza nazionale realizzando effettive condizioni paritarie - sul piano dell’emancipazione sociale, culturale ed economica – tra i cittadini di ogni gruppo linguistico della nostra provincia; sviluppare e sollecitare tutte le iniziative possibili finalizzate alla realizzazione tra la popolazione dell’effettivo bilinguismo; anche attraverso la pratica del bilinguismo passivo ai vari livelli dell’Organizzazione;
b) realizzare le aspirazioni delle lavoratrici e dei lavoratori, delle pensionate dei pensionati, delle giovani dei giovani, delle disoccupate e dei disoccupati ad un ordinamento sociale più giusto, fondato sul pieno impiego e sulla partecipazione della classe lavoratrice alle scelte di politica economica e sociale;
c) promuovere il progressivo miglioramento delle condizioni di vita delle lavoratrici e dei lavoratori sul posto di lavoro e nel sociale, rivendicando inoltre allo sviluppo costante del loro livello culturale e professionale;

d) organizzare le lavoratrici ed i lavoratori e guidarli nelle lotte per la difesa dei loro interessi e per l’affermazione dei loro diritti contro tutte le forze che vi si oppongono;
e) rafforzare la coscienza delle lavoratrici e dei lavoratori stimolando il loro interesse a partecipare attivamente alla vita dell’organizzazione sindacale ricercando costantemente strumenti per l’effettiva partecipazione alle decisioni e alle lotte nel rispetto del metodo democratico;
f) proseguire nell’impegno per il raggiungimento della parità tra donne e uomini nella società, nonché di importanti conquiste civili;
g) sviluppare l’attività e la cooperazione con i sindacati degli altri Paesi Europei ed in particolare con la CSI/IGR – AC/ZA (Consiglio Sindacale Interregionale – Alpi Centrali) e la Confederazione Europea dei Sindacati (CES/EGB-ETUC);
h) raccordarsi con le giovani i giovani (studentesse/i, apprendiste/i, disoccupate/i) per costruire nelle forme possibili strutture di coordinamento e di raccolta delle loro indicazioni ed aspirazioni, ai fini dell’azione politica della UIL-SGK in loro favore;
i) dare servizi adeguati (previdenziale, contrattuale, fiscale, legale, formazione, informazione) garantendo un rapporto diretto con i lavoratori nella loro madrelingua;
j) attuare un rapporto organizzativo con le associazioni del volontariato sociale e civile e delle attività “no profit” promuovendo iniziative anche dirette. A questo fine la UIL-SGK può svolgere tutte le attività in diretta attuazione degli scopi istituzionali, ivi comprese quelle effettuate.

Art. 4
La UIL-SGK è l’articolazione, nella Provincia Autonoma di Bolzano, della Confederazione UIL (Unione Italiana del Lavoro) ed esplica sia le competenze di Unione Regionale (U.R.) che quelle di Camera Sindacale Territoriale (CST), stabilite dallo Statuto Confederale della UIL.
La UIL-SGK realizza l’unità organizzativa e politica delle iscritte e degli iscritti della Provincia di Bolzano e si articola organizzativamente su tre Comprensori, Bolzano, Merano, Bressanone. La CS di Bolzano coincide con il Comprensorio di Bolzano.
L’attività delle Camere Sindacali Comprensoriali si può articolare anche attraverso uffici e recapiti zonali.
La Camera Sindacale - Südtirol Gewerkschaftskammer UIL-SGK è l’organismo primario di direzione politica della Confederazione UIL su tutto il territorio provinciale; coordina tutte le categorie e le strutture UIL- SGK esistenti in analogia a quelli che la UIL assolve su tutto il territorio nazionale in conformità degli scopi istitutivi indicati agli artt. 2 e 3 dello Statuto Confederale.

In particolare la Camera Sindacale UIL-SGK ha compiti e funzioni insostituibili nelle seguenti materie:

a) è competente a gestire i rapporti ed il confronto con il Governo e le istituzioni dell’Ente Provincia Autonoma per i temi attinenti la programmazione economica, la politica settoriale, i piani di sviluppo, l’assetto del territorio, le leggi e gli investimenti di carattere sociale, formazione dei bilanci provinciali; è competente inoltre, ad intervenire nelle piattaforme e rivendicazioni di categoria che investono responsabilità istituzionali e politiche della Provincia;
b) è sede di ricerca e di elaborazione della politica sindacale, settoriale, territoriale e sociale per l’ambito provinciale;
c) è la sede politica in cui si realizza la sintesi e la necessaria coerenza tra le linee di politica generale con le piattaforme di settore e di territorio, nonché con le politiche rivendicative e contrattuali d’intesa e unitariamente con le strutture di categoria;
d) è la sede politica di verifica e di gestione dell’informazione a livello provinciale, sulla politica degli investimenti, le riconversioni e ristrutturazioni industriali, la politica attiva del lavoro, (formazione e riqualificazione professionale, collocamento, mercato del lavoro, ammortizzatori, Fondo Sociale Europeo), la politica dei servizi ed in generale su tutta la legislazione di carattere economico e sociale di interesse provinciale;
e) è competente ad assolvere compiti di formazione sindacale e formazione ed informazione culturale delle iscritte e degli iscritti e formazione continua anche tramite associazioni di emanazione della UIL-SGK;
f) promuove e coordina le attività dei servizi assicurandone la finalità sociale favorendone la diffusione sull’intero territorio provinciale.

Art.5
(I diritti degli iscritti)
Tutti gli iscritti alla UIL-SGK, purchè in regola con la corresponsione della contribuzione e con le norme per il tesseramento stabilite dalla Confederazione e dalle Unioni di categoria, con il rispetto dei principi e delle norme del presente Statuto e non risultino iscritti od aderenti ad altre Organizzazioni Sindacali, hanno il diritto di:
a) essere elettori ed eleggibili a tutte le cariche interne all’Organizzazione;
b) essere candidabili per le strutture della UIL e candidabili nelle liste di Organizzazione per le elezioni di R.S.U./E.G.V. (Rappresentanti Sindacali Unitari), C.A.E.-E.B.R. (Comitati Aziendali Europei) ed R.L.S./A.V.A.S.(Rappresentanti Lavoratori per la Sicurezza),
c) partecipare alla formazione delle scelte della UIL-SGK;
d) essere designati a rappresentare la UIL-SGK in attività, strutture o Enti esterni;
e) usufruire dei servizi e dei vantaggi connessi al possesso della tessera della UIL-SGK;
f) essere informati sull’utilizzo dei dati personali sensibili.

 

PARTE SECONDA
(organismi)

Art. 6
Gli organi della Camera Sindacale Regionale UIL-SGK sono:
a) il Congresso Regionale;
b) il Consiglio Confederale;
c) la Segreteria;
d) l’Esecutivo;
e) il Tesoriere;
f) il Collegio dei Revisori dei Conti;
g) il Collegio dei Probiviri.

Art. 7
Il Congresso Regionale è il massimo organo deliberante della UIL-SGK e si svolge ogni quattro anni.
Sono suoi compiti particolari:
a) delibera sugli indirizzi generali e sulla politica della UIL-SGK;
b) esamina la situazione politico-finanziaria dell’Organizzazione;
c) elegge il Consiglio Confederale, il Collegio dei Revisori dei Conti, il Collegio dei Probiviri;
d) elegge i delegati al Congresso Nazionale UIL;
e) approva lo Statuto UIL-SGK e le relative modifiche.


Art. 8
Il Consiglio Confederale è l’organismo deliberante della UIL-SGK tra un Congresso e l’altro.
Esso è composto da un minimo di 39 ad un massimo di 71 componenti, come espressione delle categorie, della territorialità, della multietnicità, dei servizi e garantendo una significativa presenza femminile.
I componenti dimissionari o decadenti dal Consiglio Confederale saranno sostituiti su indicazione delle categorie o dalle rappresentanze territoriali di appartenenza.


Sono suoi compiti particolari:
a) elaborare e definire la linea di politica sindacale ed organizzativa nell’ambito degli indirizzi fissati dal Congresso;
b) eleggere il Segretario Generale, il Segretario Generale Aggiunto e gli altri componenti di Segreteria;
c) eleggere il Tesoriere;
d) eleggere l’Esecutivo;
e) ratificare la gestione straordinaria;
f) decidere l’azione disciplinare verso gli iscritti e le strutture con diritto di conferire tale delega irrevocabile alla Segreteria Camerale per tutti i casi che rivestono particolare urgenza.
Tutti i rappresentanti delle Associazioni di emanazione UIL o UIL-SGK possono partecipare con voto consultivo alle riunioni del Consiglio Confederale.
Il Consiglio Confederale si riunisce almeno una volta ogni 3 mesi su convocazione della Segreteria.
La Segreteria deve convocare il Consiglio Confederale anche quando venga richiesto:
a) dalla maggioranza della Segreteria;
b) dal 20% dei componenti il Consiglio Confederale;
c) da almeno due categorie.
I tempi per la convocazione del Consiglio Confederale non devono superare i 10 giorni.
L’incarico quale componente del Consiglio Confederale, decade o per dimissioni volontarie o per assenza a tre riunioni senza giustificato motivo (la giustificazione deve essere scritta).
Le riunioni del Consiglio Confederale sono valide quando è presente la metà più 1 dei suoi componenti.

Art. 9
La Segreteria è composta da 5 (cinque) o 7 (sette) componenti, comprensiva del Segretario Generale e del Segretario Generale Aggiunto.
Provvede all’attribuzione, al suo interno, degli incarichi operativi su proposta del Segretario Generale.
Essa è collegiale, ferma restando la responsabilità individuale dei Segretari dei servizi di loro competenza.
La Segreteria UIL-SGK:
a) rappresenta la Camera Sindacale nei confronti delle altre Organizzazioni Sindacali, delle Istituzioni pubbliche, Enti ed Associazioni esistenti in provincia;
b) attua le decisioni assunte dall’Esecutivo, dal Consiglio Confederale e dal Congresso;
c) predispone il bilancio preventivo e consuntivo della UIL-SGK;
d) predispone il documento di base per il Congresso della UIL-SGK;
e) promuove lo sviluppo dell’Organizzazione;
f) tratta le questioni ad essa delegate dal Consiglio Confederale ed adotta provvedimenti d’urgenza in casi e circostanze eccezionali;
g) vigila sulle attività delle strutture dell’Organizzazione e coopera con esse nel lavoro di propaganda e di assistenza dei lavoratori;
h) amministra il patrimonio sociale;
i) provvede alla designazione dei rappresentanti dell’Organizzazione negli Enti, nelle Commissioni ed Istituzioni Pubbliche, sentite le categorie interessate;
j) nomina i responsabili delle C.S. Comprensoriali di Merano e Bressanone;
k) ha facoltà di nominare i coordinamenti comprensoriali di Merano e Bressanone composto da un minimo di 3 e più iscritte/i, al fine di coordinare le politiche sociali sul territorio.
Sarà compito della Segreteria stendere un verbale delle riunioni.
 

Art. 10
Ai sensi dell’art. 10 la Segreteria Generale sarà composta in modo che il Segretario Generale ed il Segretario Generale Aggiunto appartengano a gruppi linguistici diversi.
Il Segretario Generale è il legale rappresentante della UIL-SGK.
Il Segretario Generale Aggiunto sostituisce il Segretario Generale in sua assenza.


Art. 11
L’Esecutivo è formato dalla Segreteria, Tesoriere, dai Segretari di Categoria, dalle/dai responsabili dei Comprensori, dalla Responsabile Pari Opportunità, dal/dalla Responsabile servizio immigrati, Responsabile Caf e Responsabile ITAL.
L’Esecutivo di norma si riunisce una volta al mese.
Esso è l’organo incaricato dell’attuazione dei deliberati del Congresso e del Consiglio Confederale.
Esamina e approva i bilanci preventivi e consuntivi della UIL-SGK.
Esso è tra l’altro responsabile, nel proprio ambito provinciale, del coordinamento operativo e della gestione dei servizi di cui art. 4 paragrafo f) del presente Statuto.
La Segreteria deve convocare l’Esecutivo anche quando venga richiesto:
a) dalla maggioranza della Segreteria;
b) dal 20% dei componenti il Consiglio Confederale;
c) da almeno due categorie.
I tempi per la convocazione dell’Esecutivo non devono superare i 10 giorni.
Le riunioni dell’Esecutivo sono valide quando è presente la metà più uno dei suoi componenti.

Art. 12
Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto da 3 componenti effettivi ed 1 supplente ed è eletto dal Congresso.
Esso ha il compito di controllare almeno ogni 3 mesi i documenti amministrativi UIL-SGK e la regolarità di tutte le spese proponendo alla Segreteria i miglioramenti che ritiene opportuni e segnalando le eventuali deficienze.
Il Collegio redige annualmente e presenta all’Esecutivo, a completamento del rendiconto finanziario, la relazione sull’attività svolta.
L’insediamento del Collegio avviene su convocazione da parte della Segreteria.
Il Collegio elegge nel suo ambito il Presidente, a cui spetta il compito di coordinarlo.

Art. 13
Il Collegio dei Probiviri si compone di 3 componenti effettivi ed 1 supplente, viene eletto dal Congresso.
I componenti del Collegio non possono ricoprire altre cariche negli organismi confederali né possono essere segretari responsabili di categoria.
Il suo insediamento avviene su convocazione da parte della Segreteria.
Il Collegio elegge nel suo seno il Presidente a cui spetta il compito di coordinarlo e di garante del rispetto delle norme statutarie.
Il Collegio dei Probiviri è giudice di prima istanza avverso i provvedimenti disciplinari di competenza della struttura provinciale.

Art. 14
(amministrazione)
La Segreteria UIL-SGK è tenuta a predisporre ed a portare alla discussione ed alla approvazione dell’Esecutivo il Bilancio consuntivo e preventivo annuale, entro la fine del mese di marzo di ogni anno.
Ogni categoria è tenuta a consegnare alla Segreteria UIL-SGK copia del proprio Bilancio consuntivo nei tempi previsti dai rispettivi statuti di categoria, il Bilancio preventivo annuale entro la fine del mese di febbraio di ogni anno.

 

Art. 15
(Gestioni straordinarie)
L’intervento per le gestioni straordinarie deve essere ratificato a maggioranza qualificata dei 2/3 dei presenti dell’Esecutivo Confederale e di concerto con la Segreteria Nazionale di Categoria, allorché si verifichino i seguenti casi:
a) inesistenza di un organo dirigente;
b) incapacità di esprimere la Segreteria;
c) non funzionamento degli organi dirigenti;
d) accertare gravi irregolarità amministrative e nel tesseramento;
e) congresso convocato senza il rispetto delle norme statutarie.
La gestione straordinaria non può superare i 6 (sei) mesi ed, in casi eccezionali da approvare nell’Esecutivo Confederale e sempre di concerto con la Segreteria Nazionale di Categoria, un anno.
Entro tale periodo dovrà essere convocato il Congresso della struttura.
La gestione straordinaria può essere decisa dalla Segreteria che sottoporrà poi a ratifica dall’Esecutivo Confederale.

Art. 16
(Funzionamento e composizione degli organismi)
Nella UIL-SGK tutte le cariche sono elettive; tutti gli iscritti all’Organizzazione hanno, di norma, pari diritto di voto sia attivo che passivo.
Tutte le decisioni sono valide se adottate secondo le norme dello Statuto ed in riunioni validamente convocate e costituite.
Le riunioni sono validamente costituite se è presente la maggioranza dei componenti l’organismo.
Le decisioni sono valide se approvate a maggioranza dai presenti, salvo i casi previsti dal presente Statuto.
Nella composizione degli organismi camerali e di categoria ai vari livelli dovrà essere rispecchiata la realtà ed il carattere plurietnico della UIL-SGK.
Le strutture individueranno di volta in volta le più adeguate forme organizzative, nonché gli strumenti più idonei per consentire la partecipazione attiva dei singoli componenti o delle lavoratrici o dei lavoratori al dibattito ed alla formazione delle decisioni (servizi di traduzione simultanea, riunioni aggiuntive o parallele).

Art. 17
Per quanto non espressamente previsto nel presente Statuto, si applicano le norme dello Statuto Confederale.

Art. 18
(Regolamento di attuazione)
Il regolamento di attuazione del presente Statuto è parte integrante dello stesso.
Le modifiche allo stesso possono essere apportate dal Consiglio Confederale della UIL-SGK con deliberazioni prese a maggioranza di 2/3 dei suoi componenti.
 

* Per tutti i termini resi al maschile s’intendono riferiti ad ambedue i generi.

UIL-SGK SOCIAL